Il Coronavirus fa paura, si sa. Tutto quello che è incontrollabile e di cui sappiamo poco fa paura alla maggior parte della gente e fa crescere la nostra ansia, ed è normale.

UN ACCENNO SULL’ANSIA

L’ansia è un’emozione importantissima per gli esseri umani; probabilmente senza di essa ci saremmo estinti; è un’emozione immediata, rapida che viaggia al di sotto della nostra consapevolezza.

Immaginatevi ora l’uomo preistorico uscire dalla caverna per la caccia e all’improvviso vedere arrivare un animale feroce…

Cosa succederà nel corpo dell’uomo?

Si attiverà immediatamente il sistema ATTACCO/FUGA, il sangue fluirà verso gli organi interni (il cuore batterà velocemente per aumentare la circolazione sanguinea per permettere meglio la fuga, ci sarà iperventilazione per ossigenare di più il corpo, la digestione si bloccherà) e inoltre fluirà verso le gambe per correre più velocemente possibile ( ecco perché quando stiamo in ansia abbiamo necessità di camminare) e tutta un’altra serie di risposte psicofisiologiche… ah dimenticavo! Il sangue andando ad irrorare organi interni e gambe, diminuirà notevolmente nella nostra testa (domandatevi, mentre scappo a cosa mi serve ragionare?) con la conseguente sensazione di “testa vuota”, confusione, depersonalizzazione.

Come potete intuire da soli, l’ansia è importantissima per scappare da pericoli, non ripetere delle azioni dannose  o a volte non avvicinarsi ad animali o cose che non conosciamo.

Ma cosa succede se la reazione d’Ansia viene attivata da PENSIERI che reputiamo “PERICOLOSI” e non da stimoli esterni pericolosi?

Tutte quelle reazioni fisiologiche non si riescono ad estinguere!! Quindi ci troveremo a provare fiato corto, tachicardia, sudorazione, rigidità alle gambe, confusione subendone tutte le sensazioni senza riuscire a scaricarle (non scapperò via da alcun pericolo).

RITORNIAMO QUINDI AL CORONAVIRUS.

L’ignoto e la non controllabilità  genera delle domande nelle persone: “Cosa succederà adesso?” “Cosa faremo adesso”?  queste domande attivano il sistema di Ansia/paura con tutti i sintomi che vi ho elencato prima. Risultato? La nostra ansia salirà e con essa anche la confusione mentale che ci porta ad essere IRRAZIONALI.

La domanda da porsi è questa: essere confusi, poco lucidi e irrazionali mi aiuterà a risolvere il problema? NO!!! Anzi, potrebbe portare ad ingigantirlo compiendo azioni senza senso, minando i rapporti umani, non prendendo le giuste precauzioni.

RICORDATEVI IL CORONAVIRUS PASSERÀ MA LE CONSEGUENZE DEI NOSTRI COMPORTAMENTI CE LE CONTINUEREMO A PORTARE DIETRO.

COSA FARE QUINDI?

UNA VOLTA PRESE LE DOVUTE PRECAUZIONE PER EVITARE LA DIFFUSIONE DEL VIRUS (QUELLE DATE DAL MINISTERO DELLA SALUTE) ECCO 5 CONSIGLI CHE VI AIUTERAMNNO A GESTIRE QUESTI MOMENTI

  1. INIZIAMO A FARE DEI RESPIRI PROFONDI E A GUARDARE LA SITUAZIONE NEL SUO INSIEME.

C’è un meccanismo del nostro cervello che si chiama ATTENZIONE SELETTIVA per cui quando ci convinciamo di una cosa faremo di tutto per confermarla (scrivete nei commenti per eventuali approfondimenti). Ultimamente i media ci bombardano di notizie riguardanti il COVID – 19, per la maggior parte di notizie molto negative, portando la nostra attenzione selettiva a concentrarsi solo su quelle. GUARDARE INVECE LA SITUAZIONE NEL SUO COMPLESSO, VALUTANDO ANCHE LE SITUAZIONI CHE SI SONO RISOLTE POSITIVAMENTE CI AIUTERÀ A RIAQUISIRE LA RAZIONALITÀ.

2. UNA VOLTA AGGIORNATI SULLA SITUAZIONE, CAMBIATE CANALE (e uscite dai social).

Essere bombardati mattina pomeriggio e sera su notizie negative non fa di certo bene alla nostra percezione del problema e alla nostra ansia. Dedicate del tempo alle cose piacevoli

3. APPROFITTATE DI QUESTI MOMENTI DI STOP PER FARE QUELLE COSE CHE PER MANCANZA DI TEMPO AVETE SEMPRE RIMANDATO.

Quante volte volevate studiare “quell’argomento”, leggere quel libro, informarvi su delle questioni e non avete potuto farlo per mancanza di tempo? Bene questa potrebbe essere il momento giusto!!

4. UNA VOLTA PRESE TUTTE LE PRECAUZIONI PER LA NON DIFFUSIONE DEL VIRUS, FATE QUALCOSA CHE REPUTATE PIACEVOLE E RILASSANTE.

Uscite, fate passeggiate, una bella corsa, un bagno rilassante e tanto altro, dedicate tempo al vostro spazio

5. INIZIATE A VEDERVI E AD IMMAGGINARVI COME SE TUTTA QUESTA SITUAZIONE FOSSE GIÀ FINITA!!

Il cervello non distingue tra immagini mentali vivide e realtà, questa cosa ha enormi benefici sull’umore del singolo ma anche sull’umore complessivo NELLA SOCIETà.

RICORDATEVI CHE PIÙ RIUSCIRETE A RITROVARE LA SERENITÀ E LA CALMA, PiÙ RIUSCIRETE A PRENDERE TUTTE LE PRECAUZIONI NECESSARIE.

 L’ANSIA E LO STRESS INDEBOLISCONO IL VOSTRO SISTEMA IMMUNITARIO, ORA PIÙ CHE MAI ABBIAMO BISOGNO DI ESSERE FORTI E REATTIVI. Qui il mio articolo per approfondimenti

Per qualsiasi consiglio non esitate a contattarmi!!

Dottoressa Elisa Santarelli

3806565933

[email protected]