Bassa Autostima

 

SINTOMI

 

  • Svalutazione di sé
  • Colpevolizzazioni e critiche verso se stessi
  • Comportamenti passivi, ritiro, compiacenza
  • Emozione di colpa, vergogna, frustrazione, ansia

Con il termine autostima intendiamo tutti i giudizi e le opinioni che diamo a noi stessi.

Costruita grazie alle nostre esperienze, alle nostre conoscenze, ai nostri successi e insuccessi in grado di generare nel tempo convinzioni o pensieri su noi stessi, il miglioramento della nostra autostima è una base fondamentale per il benessere dell’individuo.

La psicoterapia cognitivo – comportamentale tramite un intenso lavoro sui pensieri disfunzionali, le convinzioni sulla vita a 360° e le paure irrazionali, permette di lavorare su quelli che sono i maggiori ostacoli che concorrono allo sviluppo e al mantenimento di un buon livello di autostima.

In particolare le paure del soggetto abbassano ulteriormente il livello di autostima e influiscono negativamente sul proprio stile di relazione che diventa passivo.

Con il passare del tempo, l’accumulo di insoddisfazione e di frustrazione per il mancato raggiungimento degli obiettivi auspicati, alimenta ulteriormente la sensazione di bassa autostima.

Tramite il colloquio psicologico si cerca di risolvere il problema della visione negativa di sé.  In questo caso il lavoro con la terapia cognitivo – comportamentale prevede la focalizzazione sulla modifica delle opinioni su se stessi, la messa in discussione delle proprie convinzioni, la gestione dell’ansia, la tolleranza alle critiche, lo sviluppo di assertività, l’acquisizione di abilità sociali e interpersonali.

Per informazioni

Contatta la Psicologa