Ossessioni e Compulsioni

 

SINTOMI OSSESSIONI

 

  • Pensieri, impulsi o immagini ricorrenti e persistenti, vissuti come intrusivi, che non riguardano solo le preoccupazioni quotidiane
  • La persona tenta di ignorare o di sopprimere tali pensieri, impulsi o immagini, o di neutralizzarli con altri pensieri o azioni
  • I pensieri, gli impulsi, o le immagini ossessivi sono un prodotto della propria mente e non imposti dall’esterno

 

SINTOMI COMPULSIONI

 

  • Messa in atto di comportamenti ripetitivi
  • Rituali, controlli sono messi in atto per diminuire il disagio

 

Durante la mia esperienza clinica spesso mi sono trovata a trattare con individui sopraffatti da pensieri o idee ricorrenti, preoccupazioni, dubbi, immagini che si presentano nella loro mente in modo quasi automatico e fuori controllo.

I sintomi sopra descritti prendono lentamente il sopravvento nella vita di un individuo, diventando nel tempo sempre più invasivi, aumentando lo stato d’ansia e occupando molte ore della giornata, ore che invece potrebbero essere spese in modo costruttivo e piacevole.

Come reagirà a quel punto il soggetto per neutralizzare o contenere il malessere provocato?

E’ da qui che nascono le compulsioni, delle vere e proprie azioni seriali che la persona mette in atto per abbassare il proprio livello di preoccupazione, tenere sotto controllo lo stato d’ansia creatosi ed eliminare la “responsabilità” su fatti che potrebbero accadere.

Tra le azioni più comuni ritroviamo:

  • controlli ripetitivi
  • rituali
  • ripetizioni mentali

È importante però sapere che non tutti i pensieri che ci passano per la testa sono obbligatoriamente delle ossessioni. Infatti, durante periodi della nostra vita particolarmente stressati o tesi, potremmo incappare spesso in idee ridondanti e ripetitive, domande frequenti o dubbi che invadono le nostre giornate.

Se questi pensieri “ossessivi” rimangono circoscritti al periodo di tensione sono riconosciuti come temporanei e del tutto normali. In caso contrario invece, ovvero la persistenza di questi pensieri anche al di fuori del periodo di tensione, sarebbe il caso di valutarli insieme ad un professionista, per poterne approfondire cause ed effetti.

Per informazioni

Contatta la Psicologa